Made in Italy

LA SUPEROSSIDO DISMUTASI

novembre 01 2021 – Silvia Annoni

LA SUPEROSSIDO DISMUTASI
LA SUPEROSSIDO DISMUTASI

La Superossido Dismutasi (SOD) è un enzima che svolge una profonda azione antiossidante di contrasto ai radicali liberi. La SOD è infatti un vero e proprio sistema di difesa contro i danni causati dai ROS (radicali liberi), sono specie chimiche di elevata reattività e instabilità. I ROS hanno la capacità di reagire con svariate molecole con cui vengono in contatto e la loro cui pericolosità consiste nel danneggiare importanti componenti cellulari quali: lipidi, proteine, DNA.
Inquinamento, fumo, cattiva alimentazione attaccano le cellule del corpo ogni giorno, aumentando la produzione di radicali liberi. Poiché la pelle è la prima barriera alle minacce esogene, come l’esposizione ai raggi UV, alle sostanze chimiche e ai patogeni, è necessaria una strategia adeguata per prevenire lo stress ossidativo.

Il ripristino dell’equilibrio antiossidante naturale della pelle è molto importante per mantenere la pelle sana e ritardare il più possibile l’invecchiamento cellulare.

Negli anni sono state formulate diverse ipotesi per spiegare l’invecchiamento cellulare. L’aging è un processo complesso e multifattoriale, ma la teoria più accreditata è quella dello “stress ossidativo”, dovuto un accumulo di radicali liberi, ossia uno squilibrio tra la produzione dei radicali liberi dell’ossigeno (ROS) e l’attività di difesa dei sistemi antiossidanti.I sistemi di difesa antiossidante, i così detti antiossidanti, sono costituiti da sostanze di tipo enzimatico (come il complesso del Glutatione e la Super Ossido Dismutasi) e da composti non enzimatici come ad esempio le vitamine A, C, E, e i polifenoli (flavonoidi, procianidine).

La teoria radicalica, formulata da Harman già nel 1956, e successivamente avvalorata da numerose osservazioni, sostiene infatti che l’invecchiamento sarebbe il prodotto della serie di reazioni ossidative di natura radicalica (non più bilanciate da un efficiente sistema antiossidante) in grado di accelerare la degradazione dei sistemi biologici.

La longevità dipenderebbe dunque dall’efficienza dei sistemi di protezione antiossidante

In una recente revisione di tutti gli studi condotti sulla SOD pubblicata su Nutrafoods nel 2014: The role of superoxide dismutase (SOD) in skin disorders

Sébastien Le Quéré, Dominique Lacan, Benoit Lemaire, Julie Carillon, Karine Schmitt

Si è indagato il potere antiossidante della Superossido Dismutasi nei disordini cutanei.

La revisione conferma che la SOD è in grado di prevenire e lenire le infiammazioni cutanee, contrastare l photo invecchiamento e combattere e alcuni effetti secondari dovuti a processi infiammatori come la fibrosi, la psoriasi e la vitiligine.

L’analisi ha confermato la SOD come ottimo antiossidante, un vero alleato nella lotta all’invecchiamento cutaneo.